L’arco narrativo

Struttura in tre atti

Tutte le storie, per essere chiamate tali, hanno bisogno di un arco narrativo. Scopri cos'è e come si progetta!

Ogni storia, per reggere dall’inizio alla fine e non annoiare il lettore, deve avere una trama con una struttura, detta anche arco narrativo, altrimenti rischia di diventare una divagazione senza né capo né coda e quindi di non essere una storia.

L’arco narrativo non è altro che la serie di eventi e azioni compiute dal protagonista mentre cerca di raggiungere il suo obiettivo nel corso della storia.

Il segreto sta tutto là, nell’obiettivo. La storia “esteriore”, cioè quella che non avviene nell’intimo del protagonista, bensì nel mondo intorno a lui, è retta da ciò che il protagonista vuole ottenere.

Questo obiettivo può essere il più disparato: conquistare la persona di cui si è innamorato, portare a termine una missione segreta, scoprire l’assassino o qualsiasi altra meta chiara e definibile che il protagonista si prefigge di raggiungere.

Tutti gli eventi che andremo a progettare e tutte le azioni che il protagonista compirà nella storia devono avere questo obiettivo sullo sfondo. Nella nostra trama non va inserito nulla che non abbia un qualche nesso logico con questo obiettivo.

La struttura in tre atti

Il modo più semplice per sviluppare una trama, a prescindere dal genere in cui scriviamo, consiste nel suddividere la narrazione in tre segmenti o atti. Il 1° e il 3° atto sono pari a circa un quarto della storia (i valori sono sempre puramente indicativi!), mentre il 2° atto è lungo il doppio, cioè metà della storia.

Ognuna di queste porzioni si distingue dalle altre per l’atmosfera e gli eventi che la caratterizzano. Per scoprire le peculiarità e gli elementi strutturali da tenere presenti nella progettazione dei singoli atti, segui le lezioni del corso di scrittura creativa di Storia Scrivendo cliccando qui.

Le scene

Ciascun atto è composto da svariati capitoli formati da scene. Ogni singola scena deve contribuire a portare avanti la narrazione, introducendo nuove informazioni o avvenimenti che avvicinano il protagonista alla sua meta oppure lo allontanano da essa.

Le svolte della trama

Le transizioni tra gli atti sono segnate da svolte particolarmente importanti nella narrazione. Si tratta di avvenimenti o dialoghi che introducono informazioni essenziali per la continuazione della storia, che fanno cambiare direzione alla narrazione e che aumentano la tensione e il rischio per il protagonista.

Le svolte sono fondamentali non solo per il protagonista (e il lettore), ma anche per noi scrittori in fase di progettazione della trama. Avere chiare le svolte principali ci permette, infatti, di tenere alta la tensione della narrazione, incanalandola verso la prossima svolta.

Scopri come progettare una struttura in tre atti in modo facile e veloce

Se vuoi scoprire di più su come progettare un romanzo adottando la struttura in tre atti e come sviluppare personaggi indimenticabili, un’ambientazione vivida e originale, un tema forte e dialoghi avvincenti grazie a esercizi mirati, iscriviti al corso di scrittura creativa di Storia Scrivendo e impara a scrivere i tuoi romanzi come un professionista! Scopri tutti i dettagli cliccando qui!

[/et_pb_text][/et_pb_column][/et_pb_row][/et_pb_section]

 Il segreto dell’arco narrativo

Ogni storia, per reggere dall’inizio alla fine e non annoiare il lettore, deve avere una trama con una struttura, detta anche arco narrativo, altrimenti rischia di diventare una divagazione senza né capo né coda e quindi di non essere una storia.

L’arco narrativo non è altro che la serie di eventi e azioni compiute dal protagonista mentre cerca di raggiungere il suo obiettivo nel corso della storia.

Il segreto sta tutto là, nell’obiettivo. La storia “esteriore”, cioè quella che non avviene nell’intimo del protagonista, bensì nel mondo intorno a lui, è retta da ciò che il protagonista vuole ottenere.

Questo obiettivo può essere il più disparato: conquistare la persona di cui si è innamorato, portare a termine una missione segreta, scoprire l’assassino o qualsiasi altra meta chiara e definibile che il protagonista si prefigge di raggiungere.

Tutti gli eventi che andremo a progettare e tutte le azioni che il protagonista compirà nella storia devono avere questo obiettivo sullo sfondo. Nella nostra trama non va inserito nulla che non abbia un qualche nesso logico con questo obiettivo.

La struttura in tre atti

Il modo più semplice per sviluppare una trama, a prescindere dal genere in cui scriviamo, consiste nel suddividere la narrazione in tre segmenti o atti. Il 1° e il 3° atto sono pari a circa un quarto della storia (i valori sono sempre puramente indicativi!), mentre il 2° atto è lungo il doppio, cioè metà della storia.

Ognuna di queste porzioni si distingue dalle altre per l’atmosfera e gli eventi che la caratterizzano. Per scoprire le peculiarità e gli elementi strutturali da tenere presenti nella progettazione dei singoli atti, segui le lezioni del corso di scrittura creativa di Storia Scrivendo cliccando qui.

Le scene

Ciascun atto è composto da svariati capitoli formati da scene. Ogni singola scena deve contribuire a portare avanti la narrazione, introducendo nuove informazioni o avvenimenti che avvicinano il protagonista alla sua meta oppure lo allontanano da essa.

Le svolte della trama

Le transizioni tra gli atti sono segnate da svolte particolarmente importanti nella narrazione. Si tratta di avvenimenti o dialoghi che introducono informazioni essenziali per la continuazione della storia, che fanno cambiare direzione alla narrazione e che aumentano la tensione e il rischio per il protagonista.

Le svolte sono fondamentali non solo per il protagonista (e il lettore), ma anche per noi scrittori in fase di progettazione della trama. Avere chiare le svolte principali ci permette, infatti, di tenere alta la tensione della narrazione, incanalandola verso la prossima svolta.

Scopri come progettare una struttura in tre atti in modo facile e veloce

Se vuoi scoprire di più su come progettare un romanzo adottando la struttura in tre atti e come sviluppare personaggi indimenticabili, un’ambientazione vivida e originale, un tema forte e dialoghi avvincenti grazie a esercizi mirati, iscriviti al corso di scrittura creativa di Storia Scrivendo e impara a scrivere i tuoi romanzi come un professionista! Scopri tutti i dettagli cliccando qui!

Michaela Nicolosi

Editor letteraria, traduttrice, lettrice appassionata. Sono affascinata dai mondi paralleli che la mente umana riesce a creare e dal perché gli uomini si raccontano storie a vicenda.

Archivio

Continua a leggere…

La revisione

La revisione

Cari Wrimos, a mezzanotte si è concluso il nostro viaggio insieme. Alcuni di voi ci hanno accompagnato in silenzio, guardando da dietro le quinte, altri invece hanno partecipato attivamente con domande, estratti, consigli e scambi di ogni genere, creando un vero e proprio gruppetto di amici. Questo è uno dei bonus del NaNoWriMo e spero che...

leggi tutto

Non aspettare oltre!

Trasforma la tua storia in un libro che incanti i lettori con l'aiuto di una editor professionista!

Scrivici per ottenere una
valutazione preliminare
o qualsiasi altra informazione.

Scopri i corsi di scrittura creativa
di Storia Scrivendo

Creare un romanzo che possa conquistare il cuore di migliaia di lettori non è un'impresa facile, ma ci sono alcune tecniche della scrittura creativa che consentono di stimolare l'empatia e la curiosità del lettore, così da tenerlo incollato alla pagina. La cosa bella è che le puoi imparare anche tu senza difficoltà!

I corsi di scrittura creativa e progettazione narrativa di Storia Scrivendo sono ideati per consentirti di acquisire in poco tempo tutte le conoscenze tecniche che ti servono per scrivere un romanzo con una trama avvincente, personaggi originali e credibili, un mondo narrativo vivido e verosimile, un punto di vista coerente e un tema che stimoli le riflessioni del lettore, a prescindere dalle tue conoscenze pregresse e dal tuo genere di preferenza.

Come scrivere un romanzo

Fondamenti di scrittura creativa e
progettazione narrativa con esercizi.
Disponibile da subito.

Come presentare il proprio romanzo

Strategie di presentazione del proprio romanzo per la pubblicazione tradizionale e indipendente.
Disponibile da subito.